mercoledì 12 settembre 2012

Le Sibille



Le Sibille

Queste carte hanno una grafica , colorata, pregna di significati e utile a risolvere qualsiasi tipo di dubbio.
La divinazione con le Sibille viene fatta in vari modi: dall’estrazione di singole carte, per responsi immediati, al gioco completo di più carte, interpretabili a gruppi...

Le Sibille sono carte usate a scopo divinatorio, di origine recente (XIX secolo). Il loro nome deriva dalla figura storico-mitologica della “Sibilla”, la famosa sacerdotessa dell’antichità che aveva il ruolo di interpretare il passato, chiarire il presente e predire il futuro. Le Sibille sono anche dette carte CHIACCHERINE o PETTEGOLE, poiché sono particolarmente indicate a rivelare particolari eventi della vita quotidiana e vengono soprattutto usate per i responsi rispetto alle questioni “d’amore”.
Un mazzo di Sibille è composto da 52 carte. Cio' che contraddistingue il mazzo delle Sibille è che ogni carta è costituita da una rappresentazione figurata che illustra il suo significato divinatorio generale; spesso è presente anche una piccola casella in cui è raffigurato il seme corrispondente al classico mazzo di carte da Ramino (Fiori, Quadri, Picche e Cuori: ad ogni seme appartengono 13 carte di cui le prime dieci numerate da 1 a 10, le altre 3 dette “di corte”: Fante, Regina e Re).

Questo mazzo differisce dai tradizionali Tarocchi principalmente per il fatto di essere composto di sole 52 carte rispetto alle 78 che si ritrovano normalmente. Inoltre, non è diviso in Arcani Maggiori e Minori.

Le Sibille svelano gli eventi con tanti particolari per merito delle immagini e delle descrizioni riportate su ogni carta.

I semi sono quelli tradizionali delle carte da Ramino:
Cuori, Quadri, Fiori e Picche.
In generale i quadri rappresentano gli interessi economici ed il denaro,
i cuori gli affetti e le nobili aspirazioni,
i fiori le speranze e le novità,
i picche le lotte e le difficoltà

In alcuni mazzi, alla base della rappresentazione figurata è presente anche una piccola spiegazione che riassume i punti chiave di rappresentazione della carta. Altri mazzi invece sono costituiti da 32 carte, in quanto costruiti sul “jeu du piquet”, un gioco molto in voga nell’Ottocento (al normale mazzo venivano tolte le carte dal 2 al 6 di ogni seme). Non bisogna infatti dimenticare che le Sibille, come i Tarocchi, traggono la loro origine da mazzi di carte utilizzati anche a scopo ludico e, in secondo tempo, a scopo divinatorio.
Esistono diversi mazzi di Sibille, la cui differenza varia a seconda del paese originario di produzione. Generalmente, a parte qualche piccola discrepanza, il significato divinatorio resta simile per tutti i mazzi.

I MESSAGGI DELLA SIBILLA
L'apprendimento del significato di ogni carta è agevolato dal fatto che ognuna delle 32 carte possiede alla sua base un breve messaggio.
Per una interpretazione efficace è indispensabile fare riferimento al senso che ogni figura può esprimere, anche in relazione alle carte vicine.

Ricordiamo che le Sibille cambiano, sfumano, acquistano o perdono forza nel loro significato a seconda dell’influenza che esercitano le altre carta che nella lettura precedono o seguono ogni singola carta. Per positivo e negativo intendiamo la carta al dritto o al rovescio.

Nessun commento:

Posta un commento