lunedì 24 settembre 2012

 Il CHANNELLING

Con il termine ''channelling'' si intende  "la canalizzazione",  termine con il quale si indica il presunto processo per cui un individuo verrebbe pervaso da un'ipotetica entità  spirituale , che si manifesterebbe e comunicherebbe ad altri per suo tramite.
Il channeling indica quindi la presunta comunicazione con l'aldila' (spiriti, o anime dei defunti) mediante un canale che può essere una radio una televisione, un medium.  Diciamo, il moderno ''spiritismo'' dell'800.
Il "channeling" una forma molto sofisticata di telepatia, dove il "channeler" (canalizzatore) ode distintamente la voce della propria guida angelica.
Il channeling è da considerarsi una esperienza di mezzo e quindi un'esperienza extrasensoriale. Esso è un talento, che si rivela e sviluppa solo a determinati soggetti destinati a questo scopo.
I presunti "spiriti" che  si esprimerebbero attraverso il channeling vengono  considerati come vere e proprie guide spirituali. Il "channeling" e' in pratica  una  forma molto sofisticata di telepatia, dove il "channeler" (canalizzatore) si afferma che sentirebbe distintamente la voce della propria guida angelica.

Chi Canalizza non cade in trance e non perde coscienza; non è posseduto, ne' lascia il corpo ad un’altra entità, ma rimane consapevole e, in uno stato di rilassamento profondo, riceve informazioni che provengono da una dimensione al di la di spazio e tempo.

Il processo di decodifica dell’energia trasmessa attuato al channeler ( colui che canalizza) poggia su di una interpretazione ben precisa della realtà: partendo dal presupposto che tutto l’universo è energia, che materia, corpo fisico e corpo sottile sono solo frequenze diverse di una stessa energia, il corpo fisico viene considerato come manifestazione di energia nella sua frequenza più bassa. Man mano che ci si sposta verso i corpi sottili dell’aura, la stessa energia aumenta progressivamente dall’interno verso l’esterno, cosi come nei chacra (centri d’energia del corpo) l’energia si sposta dal basso verso l’alto.

Quando un essere che esiste in altre dimensioni vuole comunicare con noi, invia dei fasci di energia che contengono e trasportano codici di informazioni che sono recepiti dai nostri corpi sottili ed entrano nel nostro cervello passando attraverso il chacra della corona, posto sulla sommità del capo.

 Nell’attraversare ogni strato dei corpi sottili questa energia si abbassa sempre di più in frequenza fino a raggiungere le cellule della ghiandola pineale. Quest’ultima viene attivata dai cristalli di carbonato di calcio posti al suo interno che trasformano tale energia in impulsi nervosi e li inviano poi in diverse zone del cervello. Per esempio nell’area del linguaggio questi impulsi vengono decodificati e si trasformano in parole, nell area della corteccia visiva diventano immagini o visioni. Nel lobo frontale si manifestano come intuizioni, dopodichè quest’energia si diffonde in tutto il corpo e può essere fonte di guarigione.

Lo scopo del Channeling e'’ quello di renderci consapevoli dell’esistenza di altre dimensioni, del nostro Sé traspersonale ed anche del fatto che l’essere umano è un essere multidimensionale.
Ciò significa che viviamo contemporaneamente in più dimensioni e solo una parte di noi è incarnata in questa terza dimensione che è quella terrena, caratterizzata da spazio, tempo, materia.
Il channeling è un fenomeno transitorio, legato a questo particolare momento, e durerà fino a che ognuno sarà in grado di aprire direttamente questo canale con il proprio Sé e l’Universo.
 Questa apertura può avvenire in diversi modi a seconda della natura di ognuno, ma presuppone sempre una trasformazione e comprensione dell’intera personalità e del nostro rapporto con la realtà.

Il channeler (o tramite) può così trasmettere direttamente ad altri i messaggi che riceve, divenendo un intermediario fra l'umanità e le sfere angeliche. La sua voce non cambia timbro, varia solo il tono e il modo di espressione. I messaggi dati per la maggior parte delle volte sono sibillini e così di difficile comprensione.
Nella maggioranza dei casi il channeling è utilizzato per richieste che riguardano la vita privata del richiedente, come affetti, economia, salute, ecc. Esso però, può essere anche utilizzato per la ricerca di verità andate disperse nel tempo, e alla spiegazione di argomenti più precisi, come ad esempio i vasti campi della guarigione naturale, le leggi universali che regolano la Creazione, il piano astrale, ecc.

Nessun commento:

Posta un commento