martedì 19 febbraio 2013

Il Karma



 Karma deriva dalla parola "Kri ', che significa fare,pensiero parole e azioni di una persona "è il suo karma" e questo karma che una persona svolge nella vita di ogni giorno decide il suo futuro. Non è solo il karma attuale che influisce sulla sua vita futura, ma è il karma della sua vita passata, che ha un impatto sulla sua vita attuale. In altre parole possiamo dire che quanto abbiamo seminato, così raccoglieremo. La felicità e il dolore che sperimentiamo nella vita è il risultato del nostro karma. Si crede che l'anima è immortale e il corpo è una residenza temporanea per l'anima quando si prende nascita su questa terra.

La legge del karma è semplicemente il fatto che, ad un essere umano vengano date, in questo mondo, le stesse cose che egli ha dato al mondo attraverso le sue opere e azioni. E' la natura che ritorna a noi con la stessa cosa, che noi abbiamo dato o diamo a lei, il che significa che le nostre azioni e opere, decidono il nostro futuro. Ma a volte questo fattore non si applica. Ciò non significa che la natura è parziale.Qui la legge del karma svolge un ruolo fondamentale. Se le azioni di una persona non sono buone, nella vita presente, ma conduce una vita molto felice non significa certo che la natura sia parziale. La semplice ragione che la persona non è stata colpita potrebbe essere che il suo karma nella vita precedente era così buono, che le azioni in esame non incidono su questa vita. Ma la sua anima porterà il peso dei fatti attuali, che riguarderanno la sua vita successiva.In molte occasioni siamo abbastanza sorpresi quando vediamo una persona che sta seguendo tutte le leggi della natura, del rispetto,dell'umanità,essere sofferente per tutta vita.Questo ci sorprende, ma se scaviamo in profondità la questione ci rendiamo conto, che stà soffrendo per il karma della sua vita precedente.

C'è una profonda affinità tra la natura e la legge del karma. La legge del karma non si trova solo nel buddismo e l'induismo, ma sembra che la Bibbia esprime certamente la stessa essenza,anche se qui Dio è il mezzo che collega le azioni ai loro risultati. Il risultato buono o cattivo non è né un premio né una punizione.Il cosiddetto buono o cattivo risultato non è un giudizio né è dato come ricompensa o punizione da un’autorità ultraterrena come Dio.Il buono o il cattivo risultato prodotto dal buono o cattivo Karma è puramente e semplicemente un fenomeno naturale governato da leggi naturali che agiscono in modo automatico in piena giustizia.Ci sono tre modi in cui il karma agisce: pensieri, parole ed azioni. Facciamo un esempio:Sè continuate a pensare che il vostro lavoro non vi piace e volete rinunciarvi ciò può influenzare sottilmente il vostro rapporto di lavoro giorno per giorno. Il pensiero diventa quindi la causa per la vostra azione successiva. Se ti senti felice invece ciò causa ai  tuoi colleghi una reazione positiva, essa può diventare la causa per una promozione.Le parole sono una causa ancora più forte dei pensieri.Quando i vostri pensieri sono espressi dalle vostre parole, assumono maggiore importanza. Usando lo stesso esempio, quando la voce esprime l'intenzione di lasciare il lavoro invece, si può anche essere licenziato e l'intenzione ne è la causa . Se si continua a dire "Questo è il lavoro più divertente che io abbia mai avuto", potrebbe essere la causa per la vostra promozione.


L'azione è la causa più forte che si possa fare. Effettivamente facendo qualcosa provoca risultati chiari e inequivocabili. Con la firma in un modulo di dimissioni,è realizzare i vostri pensieri e parole. Altri esempi possono essere quelli personali come il pensiero di  lasciare il vostro coniuge, raccontandolo al vostro amico, o addirittura il voler divorziare.
La difficoltà che le persone hanno nel credere nel karma è che spesso l'effetto è separato dalla causa posta nel tempo. Questo confonde tutto.
Gli effetti momento per momento che vediamo sono stati temperati o migliorati nel corso del tempo fino ad una specifica circostanza o ad uno stimolo che renderà le cause visibili. Per esempio, diciamo che un giorno Roberto và a casa di qualcuno a rubare una tv. (ipoteticamente parlando). Nello stesso istante in cui agisce, l'ha impiantato in profondità nella propria vita. In quel preciso istante, è diventato un "ladro". Roberto non può sapere quanto tempo riuscirà a farla franca, ma proprio come inquinare l'aria non pregiudica il pianeta subito, finirà per causare problemi (pari all'importo esatto delle cause che abbiamo creato). Possono trascorrere diversi giorni o più prima che qualcuno scopre che Roberto hà rubato il televisore,entro tale lasso di tempo,potrebbe pensare di non ricevere nessun effetto riguardo la causa posta. Anche se non sarà mai catturato, la sua causa negativa, si tradurrà in una perdita di fortuna a sè stesso.Gli sarà difficile credere che la causa posta, produrrà risultati dato un lungo arco di tempo.


L'altra ragione che le persone hanno difficoltà nel credere nel karma è semplicemente che vedono "brave" persone che sono maltrattate o che muoiono di una morte incredibilmente dolorosa. E si vede "male" le persone che vivono una vita apparentemente affascinante. Il tempo è il colpevole. Un equivoco di tempo confonde ulteriormente. Una delle ragioni che i creazionisti non possono credere nel karma è che essi vedono il tempo in modo errato. Essi pensano che la vita è cominciata in un punto nel tempo e andrà avanti per sempre (in Inferno o Paradiso). Non riescono a capire che la vita è eterna. Ciò significa che è sempre esistita in una forma o in un altra, cambia continuamente forma e solo secondo le leggi di causa ed effetto. La vita,è il prodotto di vite precedenti e di cause poste, e la vita che si conduce attualmente è anche la causa di vite future e di effetti.  Senza prendere la responsabilità della propria vita, non potrai mai cambiare in meglio.
Come si fa a creare il migliore karma possibile e i migliori effetti? Quando si recita Nam-myoho-renge-kyo e si insegna agli altri come raggiungere l'illuminazione, si stà ponendo la prima causa. Questa è la causa che porterà alla felicità assoluta. La causa si sta creando attraverso affermazioni utilizzando parole positive si produrrà un risultato certo. Ciò è in linea con la teoria che gli effetti possono essere creati attraverso le parole. Visualizzazione creativa è un'altra causa positiva che porta a risultati positivi. Questo è simile alla teoria che i pensieri creano effetti, anche.Nel buddhismo, questa è la causa più alta che si può eventualmente fare.

Fare il voto di condurre tutte le vite e diventare il più forte e più felice che si possa essere è quello di rendere la più alta causa che ogni essere umano può assolutamente fare. Tale causa è quella che porterà ogni persona a diventare la persona più felice che si possa essere. Questo è un elogio della vera essenza della vita e della vita dell'universo. Mentre le persone hanno utilizzato affermazioni, la meditazione, la psicoterapia e altri metodi per cercare di rendere le persone assolutamente felici, sono solo riuscite a provocare piccoli cambiamenti nel sentimento generale della gente e dello stato della vita. Dove hanno provato e fallito, Nichiren ha avuto successo.

 Questa è l'unica causa che può portare alla vostra illuminazione, o in assoluto e il più alto stato di vita. Questa è la frase che permette alle persone di toccare il potere assoluto in se stessi e all'interno di tutto l'universo stesso. Recitando Nam-myoho-renge-kyo è la causa che vale più di ogni causa negativa che abbiamo mai fatto. Avremo sempre queste cause negative nella nostra vita, ma non avranno di vivere le sofferenze che sono i normali effetti di esse, perché siamo in grado di compensare con cause molto più preziose.

Nessun commento:

Posta un commento